!DOCTYPE html> Nuove opportunità commerciali in Turchia - MVM Partners

Nuove opportunità commerciali in Turchia

Secondo le rilevazioni dell’ultimo trimestre relative all’export, per molte imprese localizzate in Emilia-Romagna la Turchia ha rappresentato un mercato con forte rimbalzo, con un recupero anche superiore al 10%. Anche per il 2021 la Turchia rappresenta una grande opportunità per le PMI del territorio in diversi settori. 

 

Secondo i dati di SACE, la Turchia è il 12° mercato di destinazione per il Made in Italy e il 1° mercato di destinazione dell’export italiano in Medio Oriente e Nord Africa. Rispettivamente, l’Italia rappresenta per la Turchia il 5° partner commerciale a livello mondiale e il 2° a livello europeo, dopo la Germania. 

Nel mese di gennaio 2021, l’Italia ha confermato la propria posizione con 1,5 miliardi di interscambio totale rispetto al 2020 (1,8%). Le principali categorie di Made in Italy verso la Turchia sono macchinari e apparecchiature meccaniche; materie plastiche e lavori di tali materie; autoveicoli, trattori e parti di ricambio; macchinari di precisione ed attrezzature elettriche ed elettroniche; ferro e acciaio. 

I dati pubblicati dall’agenzia di stampa statale Andalu rivelano che da gennaio a novembre 2020 la Turchia ha ricevuto circa 4,6 miliardo di Dollari in investimenti diretti. Di questi, l’Italia risulta il primo investitore con circa 970 milioni, seguita dagli Stati Uniti con 769 milioni di dollari. 

Secondo la classifica annuale della Banca Mondiale “Ease of Doing Business”, rispetto al 2019 la Turchia si è piazzata da 43esima a 33esima nel 2020. Nel suo ultimo Special Report inoltre, Fitch Ratings ha rivalutato i propri pronostici proponendo per la Turchi una crescita del 6,7% nel 2021, rispetto al 3,5% suggerito a dicembre 2020. La Turchia è, assieme alla Cina, il solo paese che nel 2020 ha registrato una crescita. Altri dati rassicuranti sono offerti dall’Istituto di Statistica della Turchia (TUIK) che rivela un aumento dell’indice di fiducia dei consumatori del 3,3%. 

 

Infine, i dati del VI trimestre 2020 diffusi da Unioncamere Emilia-Romagna indicano per l’Emilia-Romagna una crescita delle esportazioni in positivo solo per due mercati: Turchia (+5,7) e Giappone (+ 2,8).  

 

La fine alla doppia certificazione 

Tra le novità 2021, il primo gennaio ha visto un’importante modifica al Regolamento doganale nazionale turco. Le nuove modifiche liberano dall’obbligo del certificato di origine, da quest’anno alle merci provenienti dai paesi europei serve solo il certificato di circolazione A.TR. Il certificato A.TR, infatti, non attesta l’origine preferenziale delle merci, ma solo che le merci importate o esportate sono state immesse in libera pratica in uno dei Paesi facente parte dell’accordo EU-Turchia. 

 

Questa modifica permetterà di risparmiare tempo, tuttavia si consiglia alle imprese esportatrici di continuare ad accompagnare le proprie merci con il certificato di origine, perché non tutti gli uffici turchi hanno applicato le nuove modifiche. 

 

MVM partners in Turchia 

MVM partners opera da lungo tempo con la società di consulenza Sancar Consulting sul mercato turco, con attività di esplorazione di mercato, crescita export, ricerca mirata di buyers, road show di promozione di rassegne fieristiche e incoming di operatori per visite aziendali e manifestazioni B2B.
 

Questi dati congiunturali e di trend confermano le grandi potenzialità del mercato turco, e dopo l’organizzazione di una numerosa partecipazione di oltre 30 buyer dalla Turchia al Macfrut Digital 2020, anche per quest’anno insieme al partner Sancar Consulting è confermata la collaborazione per organizzare di una delegazione di buyer turchi del settore agroindustria in visita alla Fiera Macfrut di Rimini dal 7 al 9 settembre 2021. 



Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o revocare il tuo consenso a tutti o ad alcuni dei cookie, consulta la cookie policy.